VISIONAREA

VISIONAREA è un progetto che nasce da una idea dell'artista Matteo Basilé e dall’Associazione Amici dell’Auditorium Conciliazione, e si avvale del sostegno della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo: un organismo solido e affascinante, grazie all'unione tra creatività e managerialità, destinato all'arte contemporanea in chiave attuale e trasversale. Attuale perché capace di creare reinventando un luogo come l'Auditorium della Conciliazione, nel rispetto della sua vocazione ma ampliandone le potenzialità espressive.

VISIONAREA WEBSITE

 

 


 

CURRENT EXHIBITION:

La stagione autunnale 2017 di Visionarea Art Space, con sede al secondo piano dell’Auditorium Conciliazione, rassegna che si avvale del sostegno della Fondazione Terzo Pilastro - Italia e Mediterraneo, continua con la prima mostra romana dell’artista inglese Simon Roberts, classe 1974. Questa è la quarta mostra di un ciclo di sei, a cura di Claudio Composti, realizzate in collaborazione con mc2gallery di Milano, di cui è direttore artistico e co-fondatore insieme a Vincenzo Maccarone.

Simon Roberts pratica un genere di fotografia che potremmo definire antropologica. La tematica trova altri precursori, come Martin Parr, grande fotografo inglese che ha reso il cattivo gusto un tesoro da difendere, degno di un clic “...perché rende il mondo folle, divertente e colorato!” o come il tedesco Thomas Struth o gli italiani Massimo Vitali e Walter Niedermayr. In tutti i suoi lavori è impossibile scindere l’aspetto estetico da quello sociologico. Roberts riflette sui concetti d’identità individuale e collettiva soprattutto. Con la stessa metodicità, da diversi anni Simon Roberts gira con il banco ottico e il suo van, dal cui tetto scatta per avere una visione panoramica rialzata dei soggetti. Al centro della sua ricerca fotografica c’è sempre l’Uomo e il paesaggio antropizzato e come l’Uomo si relaziona ad esso. Simon Roberts riprende usanze e costumi con la stessa attenzione e curiosità di un ricercatore. È questo contesto socio- culturale contemporaneo che fotografa, con particolare attenzione verso i rituali sociali di massa, come elezioni, tempo libero, feste all’aperto, vacanze, mercatini. Per questo ognuno di noi si riconosce nelle opere di Simon Roberts, poiché la sua fotografia diventa uno specchio delle nostre abitudini, delle nostre idiosincrasie e degli spazi che chiamiamo casa, raccontati con lo sguardo di chi di questa umanità fa parte. Uno sguardo sulla Vita, nella semplicità del quotidiano e dei rituali sociali attraverso una fotografia dell’Uomo.

Afferma il Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele della Fondazione Terzo Pilastro, che per il secondo anno consecutivo affianca l’iniziativa: «Trovo che le opere di Simon Roberts siano la perfetta rappresentazione della contemporaneità, così come incarnata nel quotidiano dall’”uomo comune”, che trova ragion d’essere nella condivisione con i propri simili e nella partecipazione a rituali collettivi codificati, in contesti urbani noti e rassicuranti. La macchina fotografica di Roberts indaga, da una prospettiva antropologico-culturale, la società metropolitana attuale, in particolare focalizzandosi sulla tematica dello spazio condiviso, che è quasi un precursore dei social network di oggi.».

Visionarea Art Space nasce da un’idea dell’artista Matteo Basilé e dell’imprenditore Francesco Carducci. È uno spazio dedicato all’arte contemporanea sui generis, un osservatorio, un incubatore di idee che propone e promuove progetti di artisti nazionali e internazionali.